• Centro per la Persona e la Famiglia

MARIA MONTESSORI: UNA DONNA E IL CORAGGIO DI EDUCARE “IL NUOVO”.

Nel mese dedicato alla Festa della Donna, andiamo a parlare di una donna medico, scienziata, femminista, antropologa, educatrice, pedagogista, determinata e coraggiosa: Maria Montessori.



Ciò che fece fu riformare quegli schemi e quei paletti presenti nella sua epoca, cercando soprattutto di ripensare l'educazione, l'apprendimento e la visione del bambino.


Nonostante la sua vita impegnata in campagne, viaggi, studi, progetti affidatole, Maria continua ad occuparsi dei bambini.


L'osservazione di questi porta, secondo il suo pensiero e metodo, ad apprendere in modo libero e autonomo, tant'è che sosteneva “Non seguite me, seguite il bambino”, ad indicare che per chi educa l'osservazione di ciò che accade e la fiducia verso i bambini permette di uscire da giudizi e apre allo sviluppo cognitivo e delle capacità reali.


Per lei “Il nostro dovere nei confronti del bambino (è) gettare un raggio di luce e proseguire il nostro cammino”, ovvero è fondamentale suscitare un interesse e fornire un ambiente alla portata per il cammino dei bambini nella crescita e nello sviluppo.


Alcuni dei pilastri del suo metodo, che in realtà è meglio definito come insieme di principi, su cui si fondano molte scuole che lo seguono come piano e patto educativo, sono:

  • Dare l'esempio per far osservare

  • Elogiare le buone azioni

  • Non criticare o giudicare

  • Non fare al posto del bambino

  • Osservare il bambino e ascoltarne i bisogni

  • Accettare le idee dei bambini

  • Non dare imposizioni

Molte scuole adottano l'intero pensiero montessoriano, altre ne traggono spunto in alcuni passaggi, qualcun altro è scettico rispetto al concetto così ampio di libertà e autodisciplina.


Sta di fatto che Maria Montessori e conosciuta in tutto il mondo, continua a far parlare di sé e a dirigere gran parte del cammino educativo.

La sua determinazione, i suoi studi e approfondimenti, la capacità di osservare in modo pedagogico, con uno sguardo di apertura verso i bambini, hanno accompagnato il suo coraggio di proporre una visione diversa dei piccoli, scontrandosi con parte dell’educazione del tempo e anche dei nostri giorni.


“Quando la mano si perfeziona in un lavoro scelto spontaneamente,

e nasce la volontà di riuscire, di superare un ostacolo,

la coscienza si arricchisce di qualcosa di ben diverso

da una semplice cognizione: è la coscienza del proprio valore.”

Maria Montessori

(1870 – 1952)

21 views0 comments